Fisco e Riscossioni

Negli atti di riclassamento catastale di un immobile, l'amministrazione comunale è tenuta ad indicare in modo dettagliato quali sono stati gli interventi e le trasformazioni urbane che hanno portato l'area alla riqualificazione, risultando inidonei i richiami ad espressioni di stile del tutto avulse dalla situazione concreta (cfr. Cass. n. 4712 del 2015; n. 3156 del 2015).

Ma soprattutto, secondo la S.C., "è necessaria una rigorosa - e cioè completa, specifica e razionale - motivazione dell'atto di riclassamento, non solo con riferimento alla microzona ove insiste l'immobile, ma con specifico riferimento all'immobile oggetto di riclassamento", dovendosi tener conto, nel medesimo contesto cronologico, dei caratteri specifici di ciascuna unità immobiliare, del fabbricato e della microzona ove l'unità è sita, siccome tutti incidenti comparativamente e complessivamente sulla qualificazione della stessa (Cass. n. 10403 del 2019)”.Continua a Leggere

La mancata valutazione, da parte dell'amministrazione finanziaria, delle memorie con cui il contribuente sollevava delle contestazioni sul PVC ( Processo Verbale di Constatazione )determina la nullità dell’avviso di accertamento successivo per nullità derivata. Continua a Leggere

In caso di destinatario temporaneamente irreperibile, l’ufficiale giudiziario, ai sensi dell’art. 140 c.p.c. deposita la copia nella casa del comune dove la notifica deve eseguirsi, affigge avviso del deposito in busta chiusa e sigillata alla porta dell’abitazione o dell’ufficio o dell’azienda del destinatario, e gliene dà notizia per raccomandata con avviso di ricevimento. Affinché la notifica sia valida è dunque necessario che venga spedita al destinatario temporaneamente irreperibile la raccomandata informativa. Continua a Leggere

Nella società a ristretta base sociale, data la pregiudizialità dell'accertamento del reddito conseguito dalla società a ristretta base partecipativa rispetto a quello nascente dalla successiva presunzione di distribuzione dell'utile nei confronti dei soci (Cass., Sez. 5, Ordinanza n. 33976 del 19/12/2019), non si può procedere all'imputazione del reddito al socio per presunzione.Continua a Leggere

Nella materia tributaria, l'assetto delle garanzie del contribuente è contenuto nella Legge n. 212 del 2000. Tale legge, al comma 1 dell'art. 10, pone il principio generale per il quale «I rapporti tra contribuente e amministrazione finanziaria sono improntati al principio della collaborazione e della buona fede».Continua a Leggere