Frode carosello: accertamento nullo se è impossibile conoscere il carattere fraudolento delle operazioni ( Ctr Lazio, sent. del 06.06.2018, n. 3796)

L'accertamento emesso per operazioni inesistenti è nullo se non risulta provata la frode carosello e se viene assolto l'onere della dimostrazione "di essersi trovati nella situazione giuridica oggettiva di non conoscibilità delle operazioni pregresse intercorse tra il cedente ed il fatturante in ordine al bene ceduto".

Nonostante il possesso della capacità cognitiva adeguata all'attività professionale svolta in occasione dell'operazione contestata, dunque, nel caso in esame, è risultato impossibile per l'appellante abbandonare lo stato di ignoranza sul carattere fraudolento delle operazioni degli altri soggetti collegati all'operazione ( cfr. Cass. 8132/11, 23074/12). L'accertamento emesso per operazioni inesistenti è stato dunque annullato dalla sentenza del 06/06/2018 n. 3796 - Comm. Trib. Reg. per il Lazio Sezione/Collegio 13.